giovedì 1 marzo 2018

Recensione #165 - Mondi Incantati 2014: La Maledizione e altri racconti del Trofeo RiLL e dintorni


Buongiorno a tutti! Oggi vi parlo di una raccolta di racconti!



Titolo: La Maledizione e altri racconti del Trofeo RiLL e dintorni

Autore:  A.A.V.V

Collana: Mondi Incantati

Data di pubblicazione: 2014

Editore: Wildboar

N° di pagine: 170

Prezzo: €9,50

Link per l'acquisto: Amazon 

Trama:  "LA MALEDIZIONE e altri racconti dal Trofeo RiLL e dintorni" è la dodicesima uscita della collana Mondi Incantati. Il volume raccoglie tredici racconti di genere fantastico, premiati in alcuni dei più importanti concorsi letterari organizzati in Europa: il Trofeo RiLL e SFIDA, per l'Italia, e poi il premio Nova (Finlandia), il James White Award (Gran Bretagna), l'Aeon Award Contest (Irlanda) e il premio Domingo Santos (Spagna). Tredici storie: fantasy, horror, di fantascienza e, in generale, "al di là del reale". Un viaggio nell'immaginario fantastico di autori italiani e stranieri, per un volume unico nel panorama editoriale europeo. Illustrazione di copertina: Valeria De Caterini. 









Questa raccolta di racconti è sullo scaffale dal marzo scorso, e sono felice di essere finalmente riuscita a leggerla. Come vedete si tratta del volume per Mondi Incantati 2014. Oltre a cinque racconti del XX Trofeo RiLL, questo volume raccoglie anche una sezione per i racconti "RiLL Europe", ovvero racconti che provengono da altri premi internazionali gemellati con RiLL. E poi ci sono dei racconti per SFIDA, che è un concorso parallelo a RiLL e in cui vengono dati ogni volta dei particolari da inserire nei racconti da inviare.
Parlerò delle tre sezioni distintamente e poi darò un voto unico!

CONCORSO RiLL


- La maledizione del Premio Di Biasio Agresti 
Salattolo Illiano De Sciciolo di Michele Piccolino 3/5
- Variante chiusa di Alain Voudì 2.5/5
- La distanza tra le eternità di Massimiliano Malerba 3/5
- Above® di Ilaria Tuti 3/5
- La tessera di Luca Simioni 3.5/5


Nel complesso i racconti di questa raccolta non mi hanno impressionata granché. 
Nessuno di questi racconti ha spiccato rispetto agli altri, come invece era successo con Mondi Incantati 2012, in cui alcuni erano risultati ottimi.
Qui l'unico che mi è piaciuto un po' più degli altri è La tessera, di cui ho trovato estremamente interessante il concetto e la storia in generale.
Interessante anche La maledizione, che però ha deluso le mie aspettative iniziali, come anche La distanza tra le eternità, che mi ha colpito all'inizio e poi ha un po' perso continuando a leggere.
Quello che mi è piaciuto di meno è stato Variante chiusa, l'unico che mi ha annoiato davvero e che in certi punti ho trovato banale.


RiLL EUROPE


- Articolo 45.1 di Aitor Azcona 4/5
- I cani da tartufo della passione romantica
e del desiderio di Ian Wild 5/5
- La treccia di Jaana Lehtiö 4/5
- Nei pressi del fiume prosciugato dalla diga di DJ Cockburn 3/5


Come potete vedere qui è andata molto meglio.
Non conoscevo nessuno di questi autori e mi interessava scoprire qualcosa di più sui concorsi esteri, e questi racconti non mi hanno delusa. 
I cani da tartufo mi ha strappato una grossa risata alla fine, che gli ha fatto guadagnare il massimo dei voti. All'inizio ero un po' incerta, ma il totale capovolgimento mi ha lasciata piacevolmente sorpresa.
Carini anche Articolo 45.1 e La treccia: del primo mi è interessato parecchio l'argomento e come è stato portato a termine. L'ho trovato molto "attuale", diciamo, e ben svolto. E mentre questo era più sul distopico, La treccia è di genere fantasy. Anche qui ho trovato particolare la trama, e mi è piaciuto molto lo stile.
Quello che un po' è risultato inferiore agli altri è stato l'ultimo, che ho trovato un po' noioso ma comunque non male.




SFIDA


- Il morbo delle grotte di Roberto Fogliardi 4/5
- Il vento di Vanoor di Alberto Cecon 4/5
- La Crepuscolo degli Dei di Davide Carnevale 3/5
- Frammento n.83, o "dei Silenziosi" di Giulia Abbate 3/5


Per il 2012 la sfida era inserire un sonetto nel racconto. Lo stile degli autori è molto diverso, e così il modo in cui hanno inserito il sonetto nel loro racconto, però in generale sono tutti molto buoni.
Quello che ho preferito è stato Il morbo delle grotte, che nel complesso aveva una trama più interessante degli altri. Se dovessi scegliere quello che mi è piaciuto di meno, sarebbe La Crepuscolo degli Dei, che pur essendo un buon racconto non mi ha attratta come gli altri.



Nel complesso è una buona raccolta e i racconti mi hanno dato un po' di svago, ma pochi per me sono spiccati rispetto agli altri.



Nessun commento:

Posta un commento

lasciate un commento, sono sempre apprezzati!