giovedì 23 novembre 2017

Recensione #149 - Chills

Buongiorno, miei cari lettori! Oggi vi parlo di un libro che mi è stato gentilmente dato dalla CE. Resta il fatto che comunque la mia recensione rimane onesta e che se un libro non mi piace lo dico!




Titolo: Chills 

Titolo originale: Chills

Autore:  Mary SanGiovanni

Data di pubblicazione: Novembre 2017

Editore: Dunwich Edizioni

N° di pagine: 214

Prezzo: €3,99 (ebook) / €12,90  (cartaceo)

Link per l'acquisto: Amazon 

Trama: 
Tutto comincia con una brutale nevicata a maggio. L’area più colpita è la cittadina rurale di Colby, nel Connecticut. Le scuole e le attività sono chiuse, la rete elettrica è fuori uso, e il detective Jack Glazier trova un cadavere nella neve. Sembra essere la vittima di un bizzarro omicidio rituale. Non sarà l’ultima. Mentre la neve si accumula, così si accumulano i sacrifici. Tagliato fuori dal resto del mondo, Glazier si allea con una specialista dell’occulto per scovare la società segreta che si nasconde tra loro.

Gli dei che adorano sono inimmaginabili. I poteri che evocano sono inarrestabili. E le cose che faranno alla brava gente di Colby sono profondamente, orribilmente innominabili…








Colby, Connecticut. Quando tutti si stanno ormai preparando per l'estate, una terribile nevicata interrompe i loro piani. Allo stesso tempo, cominciano ad essere ritrovati diversi cadaveri recanti simboli strani e a cui vengono tolte parti del corpo. Con l'aumentare del numero di cadaveri-sacrificio, aumenta anche la neve. E tutto ciò può essere ricollegato solo ad una specifica setta.
I protagonisti di questo libro sono Kathy Ryan, Jack Glazier e Teagan. Sono loro che devono contrastare la setta della Mano delle Stelle Nere e che devono capire come fermare sia gli omicidi che la brutale nevicata.
Kathy è quella che sicuramente viene esplorata di più. E grazie al cielo, non è solo la banalissima tipa cazzuta senza sentimenti che riesce a fare tutto, e fa lo stesso se non ha amici o persone importanti nella sua vita... blah blah. Kathy è davvero una donna forte, completa. Intelligente. Ma anche lei prova paura, terrore, e vorrebbe qualcuno accanto. La sua relazione con Teagan diventa sempre più importante, ma non intacca il corso della storia e non ne prende il possesso. Insomma, è in background. Cosa molto gradita perché odio quando la storia d'amore prende il sopravvento su libri che non sono romance.
Per quanto riguarda Jack, non sono riuscita a legarmi a lui come a Kathy. È sicuramente un ottimo poliziotto e molto legato alla sua famiglia ma mi è parso un po'... blando.
La storia l'ho trovata forse non originalissima, ma ben delineata: una setta occulta che cerca di "purificare" con la neve il nostro mondo per la venuta di antichi dei. Non solo osserviamo gli eroi in azione; Mary SanGiovanni fa in modo di legarci anche da alcune delle vittime, e a farci sentire il loro terrore mentre le creature della neve e la setta portano avanti la Purificazione. L'autrice riesce davvero a catturare la nostra attenzione. Forse avrei preferito vedere di più la setta in azione. E non dico solo dal punto di vista delle vittime, come l'autrice ha fatto, ma proprio dal punto di vista dei carnefici. Insomma, i tratti psicologici in via diretta, più o meno. Un po', certamente, lo vediamo quando Kathy parla con gli ex-membri, e anche alla fine, ma avrei preferito qualcosa di più "diretto", diciamo, e non solo nelle ultime pagine.Anche il sistema di credenze della setta è particolare. Si parla di dèi Grandi e Minori, di creature purificatrici, di Gente Azzurra che è estrememanete potente. E sinceramente penso che neanche loro sappiano davvero le conseguenze delle loro azioni e la potenza delle forze che stanno cercando di evocare. Gli ex-membri della setta che conosciamo attraverso Kathy e i membri attuali che incontriamo alla fine mostrano una dedizione quasi cieca. Hanno praticamente il cervello fuso! Sono ossessionati da quello che secondo loro dovrà accadere, inevitabile e necessario. In alcuni punti hanno idee piuttosto morbose. Più che i mostri della neve, sono gli umani occulti che dovrebbero scatenare paura.
Lo stile è fluido, e anche la traduzione è ottima. Ciò permette una lettura veloce, senza interruzioni, e piuttosto piacevole. Mary SanGiovanni ha creato una storia interessante e ha fatto in modo di farci legare ai personaggi, come anche di provare le loro sensazioni. Nel complesso, lettura piacevole.


Nessun commento:

Posta un commento

lasciate un commento, sono sempre apprezzati!