giovedì 16 marzo 2017

Recensione #77 - Le Clessidre di Tabula

Buongiorno! Oggi vi parlo di un libro che ho letto con molto piacere e che mi è stato gentilmente spedito dalle autrici.
Ho approfittato anche di aver letto il primo della serie per poter usare questo come obiettivo per la challenge:


L'obiettivo da portare a termine era la lettura di un libro scritto da un autore di cui ho già letto altri libri.


Titolo: Le clessidre di Tabula

Autore: Chiara Andreazza; Valentina Furnò

Data di pubblicazione: 2017

Editore: Leone Editore

N° di pagine: 496

Prezzo: €14,90

Link per l'acquisto: Amazon

Trama: Alyssa è una keleythos di Academia, una ragazza giunta su Tabula per apprendere l'arte della guerra e della magia, e contrastare così il destino di morte e distruzione che, in quanto Prima Nata nel regno di Ego delle Ombre, si porta dietro sin dalla nascita. Dopo mesi di studio, sta per misurarsi con il suo primo, vero esame. Nel corso della prova, la ragazza torna di nuovo nel videogioco The Dreaming World, e si accorge di quanto quel mondo virtuale sia cambiato dopo la sua partenza. Con la caccia allo sfuggente unicorno di fuoco e il viaggio verso i draghi di Punta di Capo Bianco, continuano le avventure della giovane Alyssa per scoprire chi sta tramando contro la sua vita e il futuro di Tabula.



I draghi volavano in formazione compatta a punta di
freccia, perfettamente allineati alla stessa quota. I raggi del sole
si rifrangevano contro le scaglie di bronzo, lanciando riverberi
luminosi ogniqualvolta la luce colpiva i corpi sinuosi.
Si muovevano all'unisono come fossero un'unica creatura. E
sebbene fossero ancora distanti, riuscivo a contarne almeno
una ventina.


Continuano le avventure di Alyssa su Tabula, assieme ai suoi amici. È tempo di esami, e chi li fallirà sarà allontanato da Academia per non farvi più ritorno. Ma, come se questo non fosse già abbastanza brutto, la giovane Alyssa dovrà fare i conti con verità che le sono state celate su di lei, su Ego e sulla profezia che incombe su di lei e su Noah.
In questo secondo libro della serie di Tabula vediamo una crescita in Alyssa, a causa di tutto ciò che accade. Durante la prova, infatti, Alyssa segue un unicorno di fuoco che la costringe a scoprire cose di cui lei era ignara, mentre Academia viene attaccata. Da lì, ogni cosa per lei cambierà. Se in meglio o in peggio, è tutto da vedere. Alyssa diventa più adulta, questo è sicuro. E vediamo un cambiamento anche negli altri personaggi, come Ethon e Hiril.
Per quanto riguarda la storia, si ha una spinta in avanti verso quella che potrebbe essere la fine o, comunque, un nuovo inizio per gli abitanti sia di Tabula che del mondo materiale. Grazie ad alcuni personaggi scopriamo informazioni importanti su Ego, che fino ad ora era stato un personaggio antagonista di cui non sapevamo praticamente nulla. Evolve il rapporto tra Alyssa e Noah, mentre la mia ship Adam/Ethon è andata a farsi friggere. Di brutto, anche. Continuo a sperare.
Ego è un personaggio che mi attira, ma ci sono ancora informazioni importanti che mi piacerebbe scoprire, e quelle che otteniamo ci vengono date da un personaggio, Temperance, da cui non me lo sarei aspettato, mentre i Glifi cercano di nascondere il tutto come polvere sotto al tappeto.
Per quanto riguarda Alyssa e Noah, sono legati ancora di più di quello che si pensava all'inizio, e dovranno fidarsi ancora di più l'uno dell'altra. Ma questo legame cosa significa per la lotta contro Ego? Vedremo: spero solo non cada in un cliché. 
Oltre ai personaggi, ci vengono fornite altre informazioni anche su altre creature di Tabula, sia grazie alla prova d'esame, che a quello che viene dopo. E, assieme alle creature come i draghi, scopriamo anche di più sul Patto che legherà gli Araldi ai propri compagni su Tabula. Non vedo l'ora di scoprire con quale creatura ognuno dei giovani keleythos si legherà! I draghi mi sono piaciuti tanto e spero che li ritroveremo nel prossimo libro, assieme ad altre creature.
Kether è quasi inesistente. Un peccato, perché mi sarebbe piaciuto vederlo di più.
Mentre nel primo libro le autrici si sono concentrate molto sulla magia insegnata ai ragazzi ad Academia, qui la magia passa quasi in secondo piano rispetto alla storia stessa, anche se ovviamente viene usata e Tabula ne è intrisa. Anche i rapporti tra i personaggi si fanno più prominenti e importanti nella storia e penso che alla fine si ridurrà tutto a questo, al legame di amicizia che lega i keleythos e che potrà cambiare le cose.
Personalmente mi è piaciuto conoscere di più sulla storia di Tabula in generale e sui suoi abitanti. Non volevo che il libro finisse, e invece è finito anche troppo in fretta. Merito dello stile di scrittura, veloce e che invoglia a continuare a leggere!
Insomma, avrete capito che ve lo consiglio... E ora mi tocca aspettare pazientemente il prossimo libro.


2 commenti:

  1. Non conoscevo questa serie: sembra interessante! M'informo sul primo volume...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. puoi trovare la recensione del primo libro sempre qui sul blog :)

      Elimina

lasciate un commento, sono sempre apprezzati!