domenica 6 novembre 2016

Recensione #29 - La scuola dei Maghi

Oggi vi posto una recensione. Capiterà anche un'altra domenica, per via del fatto che ho deciso di leggere otto libri questo mese, e che voglio mostrarvi cosa ne penso!


Titolo: La scuola dei Maghi

Titolo originale: The Black Magician Trilogy, Book 2: The Novice

Autore: Trudi Canvan

Data di pubblicazione: 2013

Editore: TEA (su licenza Nord)

N° delle pagine: 480

Prezzo: €10

Link per l'acquisto: Amazon

Valutazione: 

Trama: Sonea ha finalmente accettato di entrare nella Corporazione dei maghi, iniziando così il suo percorso di studi. La strada davanti a lei però è irta di pericoli, a cominciare dal fatto che numerosi maghi disprezzano le sue umili origini e la giudicano indegna di quel privilegio. Il più spietato è Regin, un novizio che sembra avere come unico scopo quello di istigare i compagni e gli insegnanti contro la ragazza, umiliandola ripetutamente e arrivando persino ad accusarla di essere una ladra. L'unica speranza per lei è rappresentata da Dorrien, sensibile e intelligente figlio dell'autorevole Lord Rothen: il ragazzo, giunto alla scuola per far visita al padre, prende subito le parti di Sonea e si spinge addirittura a rivelarle alcuni segreti che la rendono più potente del perfido Regin. Nel frattempo, Lord Dannyl si reca nella vicina Elyne in qualità di ambasciatore, ma la sua vera missione è ripercorrere il viaggio iniziatico compiuto anni prima da Akkarin, il Sommo Lord, per scoprire se il capo della Corporazione dei maghi abbia assimilato i segreti della proibitissima magia nera Tuttavia né Rothen né Dannyl possono sapere che Akkarin sospetta di loro e che ha messo gli occhi sulle stupefacenti potenzialità di Sonea per attuare i suoi oscuri disegni...



Dai a quello stupido la
batosta peggiore che puoi, in pubblico. Se dopo ti tormenterà ancora,
sfidalo di nuovo. Non ti permetterà di fargli rivivere l'esperienza.
Rendi pubblica la sfida.


Questo secondo libro della Trilogia del Mago Nero mi ha praticamente tenuta incollata alle sue pagine. L'ho ritenuto più interessante del precedente, anche perché Sonea ha finalmente iniziato le lezioni!
Il libro è diviso in due parti: una in cui Sonea è novizia di Rothen, e una in cui, dopo aver scoperto le ricerche segrete su di lui, Akkarin la prende come propria novizia.
E, se da un certo punto di vista si segue Sonea, da un altro si segue particolarmente anche Dannyl, che se prima mi piaceva, ora molto di più! E' infatti uno dei personaggi che nel libro viene esplorato di più, tanto che i suoi viaggi e le sue scoperte (sia sui luoghi visitati dal Sommo Lord sia su se stesso) hanno tanto spazio quanto quelle di Sonea.
Regin è odioso e piuttosto inutile come essere in sé, a dirla tutta, ma ammetto che serva a Sonea per accrescere le sue capacità di maga, visto i vari scontri tra i due.
E poi c'è Dorrien, che con Sonea fa la mia nuova OTP, e giuro che se non si mettono insieme... Non ci voglio pensare!
Akkarin è un personaggio particolare. Pur essendo sempre collegato al nero e visto come malvagio, io penso sia piuttosto in un'area grigia, e ambigua. Ancora non si conoscono le sue vere intenzioni, e spero di scoprirlo nell'ultimo libro della trilogia.

Come vedete, mi è piaciuto molto.! E voi lo avete letto? E cosa ne avete pensato?

Nessun commento:

Posta un commento

lasciate un commento, sono sempre apprezzati!