giovedì 3 novembre 2016

Recensione #27 - La corporazione dei maghi

Come detto ieri nel WWW Wednesday, ecco a voi la recensione!

Titolo: La corporazione dei Maghi

Titolo Originale: The Black Magician Trilogy, Book 1: The Magicians' Guild

Autore: Trudi Canavan

Data di Pubblicazione: 2012

Editore: TEA (su licenza Nord)

N° di pagine: 395

Prezzo: €9

Link per l'acquisto: Amazon

Valutazione: e 1/2 su 5

Trama: A Imardin è il giorno dell'Epurazione, l'appuntamento annuale durante il quale, su ordine del re, la Corporazione dei maghi scaccia dalla città vagabondi, mendicanti e tutti coloro che sono sospettati di vivere da fuorilegge. E, come ogni anno, gli abitanti dei quartieri poveri si radunano nella piazza del Nord, per protestare, urlando la propria rabbia e lanciando sassi contro i maghi, i quali, però, essendo protetti da una barriera magica, ignorano altezzosamente quella rivolta. Tutto sembra svolgersi secondo un triste ma collaudato copione; poi, d'un tratto, una pietra manda in frantumi la protezione e ferisce un mago. Tra l'esultanza della folla e lo sgomento dei maghi, viene subito individuata la responsabile dell'incredibile gesto: è Sonea, una giovane orfana, che subito dopo fugge via, spaventata dalle conseguenze della sua azione. Ma la Corporazione dei maghi non può permettere che qualcuno dotato di un simile potere sfugga al loro controllo e vuole trovare la ragazzina per convincerla a unirsi a loro e a sottoporsi al necessario addestramento. Tuttavia, all'interno della Corporazione, c'è anche chi trama per sfruttare Sonea e raggiungere così i suoi scopi malvagi...


Quando quella si aprì, Sonea si ritrovò sulla soglia del buio.
Una sfera bianca le incombeva davanti e brillava di luce intensa.
Era impossibile stabilire a che distanza si trovasse. Un
attimo prima sembrava a portata di mano, un attimo dopo le
pareva gigantesca e lontanissima.


Il libro è diviso in due parti, e la protagonista è Sonea, giovane dwell (ovvero un'abitante dei bassifondi). La prima parte segue Sonea che scopre i suoi poteri e cerca di nascondersi, con l'aiuto dei suoi amici e dei Ladri, dalla Corporazione dei maghi, che lei ritiene malvagi e senza cuore.
La seconda parte, invece, è dedicata al suo imparare il controllo e alla sua scelta di entrare o meno a far parte della Corporazione.
Sonea non mi piaceva molto, all'inizio, ma dopo mi sono affezionata abbastanza. Anche lei, come Tessia (protagonista del libro L'apprendista del Mago) presenta un interesse per la Guarigione. Avrei preferito che lei fosse un tipo diverso di mago, ma considerando la sua provenienza e ciò che ha visto fin da bambina, posso capirlo.
Le cose sono molto diverse dai tempi di Tessia, e alcune cose sono state dimenticate nel tempo. Più che i maghi, in questo libro mi sono piaciuti particolarmente i Ladri, come Faren. Anche Cery è un personaggio davvero interessante, anche se non lo vedo con Sonea.
Pur essendo abbastanza lento nei primi capitoli, dopo diventa quasi impossibile smettere di leggere per scoprire come si risolveranno alcune cose. E molte cose ancora non sono state risolte, quindi vedremo nei prossimi due libri della trilogia!

Voi lo avete letto? Cosa ne avete pensato?

4 commenti:

  1. Questo romanzo ce l'ho da anni, ma ancora non l'ho letto. Magari è la volta buona per cominciarlo. Se non sbaglio c'è di nuovo lo sconto sui romanzi TEA, così se mi piacciono i seguiti li prendo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggilo, è carino!

      Davvero? :O Non l'avevo visto

      Elimina
  2. Mah, come ti dicevo a me ha annoiato abbastanza. Peccato, le scuole di magia (le ambientazioni scolastiche in generale, a dire il vero) sono il mio guilty pleasurexD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, i primi capitoli (leggi: più o meno un quarto del libro) sono abbastanza lenti.

      Mah, nel primo libro non si vede poi tanto della Corporazione, ma negli altri libri questo dovrebbe cambiare

      Elimina

lasciate un commento, sono sempre apprezzati!