venerdì 26 agosto 2016

Recensione #11 - Città degli angeli caduti

Titolo: Shadowhunters. Città degli angeli caduti

Titolo Originale: The Mortal Instruments. City of Fallen Angels

Autore: Cassandra Clare

Data di pubblicazione: 2015

Editore: Mondadori

N° di pagine: 476

Prezzo: 10,50€

link per l'acquisto: amazon (altra edizione)

Valutazione: 

Trama: La guerra è conclusa e Clary è tornata a New York, intenzionata a diventare una Cacciatrice di demoni a tutti gli effetti. E finalmente può dire al mondo che Jace è il suo ragazzo.
Ma ogni cosa ha un prezzo.
C'è qualcuno che si diverte a uccidere gli Shadowhunters, e ciò causa fra Nascosti e Cacciatori tensioni che potrebbero portare a una seconda, sanguinosa guerra. Simon, il migliore amico di Clary, non può aiutarla. Sua madre ha scoperto che è un vampiro e lui non ha più una casa. E come se non bastasse, esce con due ragazze bellissime e pericolose, nessuna delle quali sa dell'altra.
Quando anche Jace si allontana senza darle spiegazioni, Clary si trova costretta a penetrare nel cuore di un mistero che teme di svelare fino in fondo: forse è stata lei a mettere in moto la terribile catena di eventi che potrebbe farle perdere tutto ciò che ama. Jace compreso.
Amore. Sangue. Tradimento. Vendetta.
La posta in gioco non è mai stata così alta per gli Shadowhunters...

Ogni Nascosto aveva il sangue di un odore diverso:
le fate sapevano di fiori morti, gli stregoni
di fiammiferi bruciati, altri vampiri di metallo.
Clary una volta gli aveva chiesto di cosa odorassero gli
Shadowhunters. "Luce del Sole" le aveva risposto.


Ormai sto continuando questa saga solo perché alcuni dei personaggi secondari sono interessanti. Se dovessi continuare per Jace e Clary mi sparerei.
A parte lo stile di scrittura che è praticamente un insulto, ho riscontrato dei problemi nei personaggi e nel plot. In particolare, ho trovato la bifobia e la gelosia di Alec fuori dal personaggio totalmente. E poi, la Clare ha mandato Magnus e alec in vacanza a random e poi li ha fatti riapparire solo per farli litigare... Not okay.
Jace e Clary in pratica riprendono le stupidate dei primi libri con "oh no sono un mostro, ti farò del male, non posso stare con te" e "ma io ti amo" e blah blah blah. Ma non soffocate quando dite 'ste scemenze? No? Peccato. E sì, il mio livello di romanticismo con questi due è ben sotto lo zero. Sorry not sorry.
A parte questo, i nemici degli Shadowhunters stanno cercando di ricreare bambini come Sebastian/Jonathan. E questo sì, che è interessante. Ma la Clare non da giustizia a questa parte di plot.
Detto questo, l'unica cosa che pensavo mentre leggevo questo libro è "E' okay, nulla i particolarmente brutto ma neanche bello". Quindi, ho deciso di essere magnanima e dare 3 stelle.

Voi cosa ne avete pensato?

Nessun commento:

Posta un commento

lasciate un commento, sono sempre apprezzati!