mercoledì 13 luglio 2016

Recensione #3: Crocevia del Crepuscolo di Robert Jordan

Oggi, una nuova recensione!

Titolo: La Ruota del Tempo Vol. 10: Crocevia del Crepuscolo

Autore: Robert Jordan

Data di pubblicazione: 2013

Editore: Fanucci

N° di pagine: 821 (da pag. 800 Glossario)

Prezzo: 9,90 E

Link per l'acquisto: amazon

Valutazione


Trama: Rand al'Thor, il Drago Rinato, ha compiuto un'impresa da tutti ritenuta impossibile: ripulire saidin, la metà maschile della Fonte, dalla corruzione del Tenebroso. L'apporto di Nynaeve è stato determinante, e dall'Oceano Aryth alla Dorsale del Mondo tutte le donne in grado di incanalare hanno potuto percepire un immane flusso di saidar. Mat e i suoi compagni, in fuga da Ebou Dar, devono tenere nascoste dalle pattuglie seanchan di passaggio le Aes Sedai e le sul'dam che hanno con sé, oltre alla Figlia delle Nove Lune in persona. Perrin deve trovare un modo per liberare sua moglie Faile da un'onda di Shaido, ma deve affrontare l'ingombrante presenza della marmaglia di Masema, il sedicente Profeta del Drago Rinato. Elayne inoltre cerca di consolidare la sua posizione per ottenere il trono di Andor, nonostante le intemperanze di supposti alleati come il Popolo del Mare. Egwene, Amyrlin Seat delle ribelli, è infine giunta a Tar Valon con il suo esercito, ma dovrà correre notevoli rischi per riuscire a spezzare la situazione di stallo. E così Rand, attorniato dai nemici, sarà costretto a cercare degli alleati altamente improbabili....

La Ruota del Tempo gira e le Epoche si susseguono, lasciando ricordi che divengono leggenda. La leggenda sbiadisce nel mito, ma anche il mito è ormai dimenticato quando ritorna l'Epoca che lo vide nascere. In un'Epoca a alcuni chiamata Epoca Terza, un'Epoca ancora a venire, un'Epoca da gran tempo trascorsa, il vento si alzò sopra le Colline di Rhannon. Il vento non era l'inizio. Non c'è inizio né fine, al girare della Ruota del Tempo. Ma fu comunque un inizio.

E sono arrivata al decimo libro. Anche se mi mancano altri quattro libri più il prequel mi sto già rattristando perché sta per finire... 
Questo libro mi è piaciuto un po' più degli altri, vuoi perché si sta arrivando ad una svolta, vuoi perché ci sono personaggi a cui sono davvero affezionata. Ma se c'è una cosa che La Ruota del Tempo mi ha insegnato è che non ci si può fidare di nessuno. Ci sono personaggi che non penseresti mai che sono malvagi, perché li reputi troppo tonti o degni di fiducia... E poi ti voltano le spalle e tu rimani lì interdetta pensando "Non me lo sarei mai immaginato...". Oppure ci sono quei personaggi che sospettavi fin dall'inizio e ti domandi PERCHE' non lo nota nessuno. Questo, per me, è un segno che lo scrittore sa come far immergere il lettore nella storia e sorprenderlo. Sa inoltre gestire i personaggi, soprattutto quelli che devono mostrarsi diversi rispetto alla persona con cui parlano e da la possibilità di capire anche i personaggi minori grazie e parti in cui il P.O.V. è loro.

 Talvolta il dolore è l'unica cosa che ti fa capire di essere vivo

Okay, ormai anche i topi sanno che il ritmo della storia è un po' lento, ma ci sono dei pezzi che sono necessari perché la storia continui. Anche se devo dire che 107 pagine di prologo sono un po' eccessive... Credo che se l'autore non fosse stato Jordan, gli avrebbero fatto togliere qualcosa. Solo che quel qualcosa, in questo caso, serve. Aiuta il lettore a capire cosa sta succedendo nella Randland e le conseguenze che il tocco del Tenebroso e l'imminente guerra tra Drago Rinato e Tenebroso stanno avendo.
In particolare, in Crocevia del Crepuscolo si da più importanza alla storyline di Mat, Perrin ed Egwene, con anche Rand ogni tanto.
Per quanto riguarda Mat, si concentra sulla fuga da Ebou Dar e sulla sua relazione con Tuon. All'inizio Tuon mi stava antipatica ma ora... LI VOGLIO ASSIEME. IN QUESTO PRECISO ISTANTE.
Perrin invece cerca ancora di liberare sua moglie Faile, prigioniera degli Shaido. Sono quasi sicura che alla fine si libererà da sola. Non lo so, ma sembra possibile.
Parlando di Egwene... Qui la sua storia finisce con un cliffhanger e IO DEVO SAPERE.

Insomma, la mia valutazione è positiva. Ora dovrò cercare di procurarmi il Vol. 11... che a quanto pare è introvabile anche sulla luna.

Nessun commento:

Posta un commento

lasciate un commento, sono sempre apprezzati!